21:23
0
TUTTE LE FOTO

Partenza dall'albergo-ristorante 'Da Alantino'

Si percorre la strada (in inverno pista di fondo) che porta alla vecchia miniera di bauxite.
Arrivati alla miniera si prosegue e si attraversa in salita una fascia di bosco.
Alla uscita dal bosco ci si affaccia sulla bella valle del Puzzillo, chiusa in fondo dalla parete rocciosa del Costone Occidentale.
All'inizio della valle c'è un piccolo ricovero/rifugio, mentre alla testata, se si prosegue la traccia, si arriva al Rifugio Vincenzo Sebastiani al colletto di Pezza

La parete del Costone sullo sfondo
La valle è chiusa a sinistra dalla catena della Cimata di Pezza.
A metà strada tra il primo rifugio e il Sebastiani, si nota sulla sinistra l'insellatura tra la Cimata di Pezza e la Cimata di Puzzillo.
Se le condizioni della neve lo permettono, si sale direttamente, seguendo l'intuito per scegliere il percorso migliore.

Sulla sella tra la Cimata di Pezza e la Cimata di Puzzillo. Sullo sfondo la Valle del Puzzillo
Arrivati sulla cresta, verso destra, in 10 minuti si arriva sulla Cimata del Puzzillo (2140 m)
Il ritorno è per il medesimo itinerario.

In primo piano la Cimata di Puzzillo (2140 m). In secondo piano, proprio dietro, la vetta del Costone Orientale (2271 m)



TUTTE LE FOTO

0 commenti:

Posta un commento