21:36
0
NOTA BENE: questo itinerario, così come percorso, presenta lunghi tratti fuori da sentieri segnati, traversando zone di bosco molto ripide. E' consigliato solo a persone esperte.

Lunga escursione in zone assolutamente solitarie e poco frequentate.
L'itinerario inizia a sinistra del cancello di ingresso dell'agriturismo 'L'Anguizzola' in via dello Sport a Corvaro (RI).
Si percorre una carrareccia in salita segnata con la sigla SN1 (Sentiero Natura 1), che, dopo una curva a destra passa sotto l'autostrada A24. Si continua a salire sulla carrareccia in direzione sud fino a un tornante a sinistra; si segue ancora la carrareccia; arrivati in una zona di disboscamento la carrareccia si trasforma in sentiero e il percorso si fa più ripido.
Seguendo i segni rossi sugli alberi si giunge in un canalone molto ripido nel bosco, che si sale con percorso a piacere, sempre tenendo d'occhio i radi segni rossi.
Verso i 1500 metri di quota si sbuca su un pianoro erboso, si traversa una fascia di bosco sulla sinistra e si giunge in una zona ingombra di alberi abbattuti. Seguire in salita il filo di cresta e, dove questa spiana (1650 m circa) si ritrova il bosco e il sentiero segnato (male). Seguendo i radi segni multicolore (a volte giallo-rossi, a volte rossi-giallo-verdi) a quota 1780 m si giunge in località 'Iaccio della Capra'; qui si devia a destra e, con percorso molto più agevole e segnalato si giunge, costeggiando il versante SudOvest del Morrone, al Lago della Duchessa (circa un'ora dallo Iaccio della Capra).
Si passa alla sinistra del Lago e si percorre il sentiero che porta al Vado dell'Asina; bel panorama alti sul lago.
Si scende di un centinaio di metri di quota nel valloncello erboso che segue; quindi si devia a sinistra per il sentiero 2E (segni giallo-blu) e si inizia a salire verso la depressione tra il Morrone e il Monte Ginepro. Sulla sinistra si nota il bel circo glaciale tra la Cima Zis (2130 m) e il Monte Morrone (2141 m). Seguendo sempre i segni si traversa una pietraia che scende dal versante Nord del Morrone e si arriva nella bella conca dello 'Iaccio della Fonte dell'Avena' dove si trovano due edifici in muratura ammobiliati all'interno con caminetto e cucina a gas (!).
Alle spalle del secondo edificio si sale sul ripido crestone boscoso che separa lo Iaccio della Fonte dell'Avena dallo Iaccio della Capra e quindi, dopo un bel percorso aereo su una cresta, si chiude l'anello allo Iaccio della Capra.
Da qui, cercando di seguire i segni sugli alberi e sulle rocce e gli ometti di pietra, si imbocca un sentiero che si tiene più a sinistra (Sud) rispetto all'itinerario dell'andata. Il percorso segnato termina in corrispondenza del tornante sulla sinistra della carrareccia percorsa all'inizio.

Lunghezza: 19.3 Km
Tempo: 7 ore e 15 minuti (comprese le soste)
Altitudine minima: 880 m
Altitudine massima: 1960 m
Dislivello complessivo: 1241 m

Tracciato GPS






Visualizza giro del Morrone - 2013-11-09 08:19:10 in una mappa di dimensioni maggiori































0 commenti:

Posta un commento