19:53
0
Partenza da Ascrea.
Si sale alla parte alta del paese dove è il cimitero; sulla sinistra, nel punto dove inizia la strada intercomunale per Marcetelli si incontrano i segnali per il sentiero del Monte Navegna.
Il sentiero inizia ripido e percorre il versante SudEst del poggio che domina Ascrea.
Dopo circa 45 minuti si giunge a un ripiano erboso a sinistra del quale si possono visitare i resti dell'antico insediamento di Mirandella, con bel panorama sul sottostante Lago del Turano.
Da Mirandella, guardando in direzione Nord, al di là del vallone che si ha davanti, quasi alla stessa altezza in cui ci si trova, si può vedere il cartello indicatore dove bisogna dirigersi; in questo tratto è facile perdere la traccia di sentiero e sono presenti vaste zone di cespugli spinosi.
Attraversato a mezza costa il vallone e giunti al cartello indicatore si inizia a percorrere una larga mulattiera che porta a saliscendi al valico della Fonte 'Le Forche', bellissimo prato tra il Navegna e il Monte Filone; la vista si apre sul versante del Cicolano con il Velino sullo sfondo.
Dalla Fonte il sentiero percorre a mezza costa il versante Sud del Navegna e sale al Colle Mogaro, da cui quasi in piano si giunge ai piedi della Costa delle Cipolle. Da qui il sentiero si impenna e si percorrono gli ultimi 300 metri di dislivello su ripidi pratoni.
Per il ritorno si ripercorre il tratto fino alla Fonte 'Le Forche' dopo di che si segue in discesa, su percorso segnato, il Fosso Valloppio fino ad Ascrea.

Lunghezza: 11.5 Km
Altitudine minima: 778 m
Altitudine massima: 1508 m

Tracciato GPS



Visualizza navegna - 2014-05-24 10:07:51 in una mappa di dimensioni maggiori






































0 commenti:

Posta un commento